La sedia volante che si chiama altalena

Oggi la mia mamma mi ha portato in giardino e mi ha fatto sedere su una strana sedia. Strana, sì, perché ha le gambe in alto invece che in basso. E poi perché ne ha solo due, invece che quattro.
image

All’inizio ero un po’ perplesso. A me le cose nuove non piacciono tanto, a volte mi spaventano un po’. Poi, quando diventano conosciute, iniziano a piacermi, oppure no.

In ogni caso, ho cercato di fare resistenza, ma non è servito a nulla: quella lì è una testarda, quando si mette in testa una cosa non c’è modo di farle cambiare idea. Ho persino provato a piangere un pochino, ma non ha funzionato.

Quando ho deciso che poteva essere arrivato il momento di aprire gli occhi, mi sono guardato intorno: prima le nuvole in alto, poi gli alberi di fianco. Di fronte c’era la mia mamma, che faceva dondolare quella strana sedia, e mi sorrideva.
Era bello andare avanti e indietro, con l’aria fresca sulle guance, e tutto che si muoveva intorno.

Quasi quasi domani ci torno.

Annunci

5 pensieri su “La sedia volante che si chiama altalena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...